Chi sono

Mi chiamo Veronika Puccio e sono tante cose. Descrivermi non è mai stato semplice. Ci provo con le parole di un’attrice e commediografa statunitense che si chiama Penny Arcade, che invece c’è riuscita alla grande:

“ Sono la persona che conosco meglio e più a fondo, quella che più capisce le mie motivazioni, le mie lotte, i miei trionfi. Anche se a volte tradisco i miei interessi per quieto vivere o per raggiungere un obiettivo, mi meraviglio ogni volta del mio amore per la vita, della mia incrollabile curiosità per la condizione umana, della mia diffidenza nei confronti dello status quo e del mio ottimismo nonostante le sconfitte e le perdite”

COSA MI DA PIACERE (in ordine sparso)

  • Dormire
  • Abbracciare
  • Stare immersa nella vasca da bagno o alle terme (AMO l’acqua)
  • Andare al cinema
  • Viaggiare
  • Vedere gli occhi delle persone che brillano dopo una sessione di TangoOlistico

COME OPERATRICE TRAINER DI TANGOOLISTICO VOGLIO AIUTARTI A:

  • Accorgerti del modo che hai di rapportarti nella vita
  • Sbloccarti e farti acquistare fiducia
  • Fare ordine attraverso la musica
  • Accrescere il tuo potere personale grazie alla mediazione corporea

Ti conduco sapendo esattamente dove andare. Raccolgo in me la funzione paterna ideale del “ti porto nel mondo”, “ti apro la strada”, e la funzione materna di accudimento e protezione. Il ballo, il contatto e la musica sono veri, c’è sempre un ritorno alla realtà e non si rende conto a nessuno.

LA MIA ESPERIENZA

Da anni attiva nel mondo del lavoro in vari ambiti commerciali i miei interessi mi hanno sempre portata verso corsi di crescita personale. Nel 2013 in occasione di un seminario conobbi Massimo Habib, ideatore della disciplina del TangoOlistico ed é stato un colpo di fulmine che mi portò ad iniziare con grande gioia la formazione.

Prima Operatrice di TangoOlistico Metodo Habib in Ticino – Svizzera propongo incontri serali di gruppo e incontri individuali o di coppia, in Svizzera, in Italia e all’estero.

“Non c’è passione nel vivere in piccolo, nel progettare una vita che è inferiore alla vita che potresti vivere” Nelson Mandela