Come la chiarezza potrebbe salvarti la vita “se scappi….”non” ti sposo”

“Sei così confusa che non sai neanche come ti piacciono le uova!”
Questa è la frase che Richard Gere dice a Julia Roberts nel film ironico-divertente “Se scappi ti sposo”
Lei si giustifica dicendo: Questo si chiama cambiare idea!
Lui ribatte: no questo vuol dire non avercela proprio un’idea! Sei la persona più confusa che io conosca!
Incontriamo continuamente o ci ritroviamo spesso in situazioni dove la confusione riecheggia nella nostra mente, perdendo il filo della situazione, ci rende immobili e non ci fa trovare la pace.

Chi non si è mai sentito così nella vita.

La confusione deriva spesso dal non sapere effettivamente cosa scegliere, perché non sappiamo cosa vogliamo realmente.

E questo meccanismo può essere girato a nostro favore facendo un passo indietro.
Un passo verso noi stessi, perché adattarsi agli altri non è mai una buona strategia.

“Ti consegno le mie scarpe da corsa”

Nel film Julia Roberts spiega perfettamente questo meccanismo:
“Mentre andavo verso l’altare andavo incontro a qualcuno che non sapeva chi fossi veramente. Era colpa sua solo a metà, perché io avevo fatto di tutto per convincerlo di essere esattamente quello che voleva. E’ stato un bene non andare fino in fondo perché sarebbe stata una bugia.”
Anche nella mia vita è arrivato questo momento abbastanza improvviso dove mi sono resa conto di aver dimenticato una parte fondamentale della mia vita a discapito dell’altra. Questo momento “chiarificatore” è arrivato grazie alla disciplina del “TangoOlistico”.
E’ stato come avere un sacchettino pieno di tasselli di un puzzle e riuscire a districare ogni singolo tassello. Non immaginate neanche la sensazione di leggerezza che ho provato in quel momento.

Il TangoOlistico ha permesso, attraverso delle regole semplici ma precise di avere una visione chiara del mio stato attuale.

Vita, relazioni, lavoro…tutto.
Vederci chiaro non è una cosa da poco e spesso gli stati di confusione non sono così palesi.
Ho sentito immediatamente un grande sollievo e benessere interiore.
Proprio questa è la funzione e soprattutto l’obiettivo di questa disciplina, scomporre, declinare, semplificare qualsiasi nostra situazione attraverso l’utilizzo del corpo e di alcune semplici regole.
Proprio come si fa con i tasselli all’interno di un sacchettino prima di iniziare la vera realizzazione di un puzzle.

“Balla con me”

Dopo il lungo lavoro personale della protagonista arrivano le sue risposte chiare e precise su cosa vuole e cosa no:
· Mi piacciono le uova all’ostrica – non mi piacciono tutti gli altri tipi di uova
· Odio i matrimoni in grande – mi piacerebbe sposarmi in un giorno feriale.
· Se devo scappare voglio farlo con il mio cavallo.
Dopo un bello scambio chiarificatore e una dichiarazione d’amore da brividi da parte di lei, Richard Gere emozionato le dice: “Balla con me”
Il sapere o non sapere cosa ci piace o no accresce il nostro potere personale su tutti i fronti. Il non sapere e restare nel limbo della confusione ci porta a consegnare la nostra vita agli altri e non è detto che gli altri apprezzino. Inoltre è un modo per annullarsi. Ma poi per chi?
Con il TangoOlistico puoi fare questo processo chiarificatore. Una chiarezza che ti salva la vita, “la tua”.